«

»

apr 22 2014

BSB Brands Hatch Indy Gara 1: Byrne vince in rimonta

52esima vittoria per Shane byrne

Il “Re” del British Superbike è sempre lui. La stagione 2014 del British Superbike si apre nel segno di Shane Byrne, vincitore di una “tormentata” Gara 1 a Brands Hatch Indy caratterizzata da un’interruzione con bandiera rossa nel corso del 18° giro per l’olio lasciato in pista dalla Kawasaki di James Hillier e da una seconda manche “sprint” di soli 12 giri. Scattato al primo via dalla tredicesima casella a seguito di una qualifica completamente da dimenticare (caduto nel corso del “Q2″ ed escluso dal decisivo “Q3″), “Shakey” con la Kawasaki Ninja ZX-10R del Paul Bird Motorsport si è assicurato la personale 52esima vittoria in carriera nella categoria, i primi 25 punti per la “Main Season” e 5 addizionali “Podium Credits” in proiezione Showdown. Scattato benissimo al primo start, al momento della bandiera rossa il tri-Campione BSB (2003, 2008, 2012) era già arrivato a ridosso del sempreverde Chris Walker, leader con la GBmoto Kawasaki anche grazie ad una scelta in materia di pneumatici (la mescola più morbida a disposizione) in controtendenza rispetto agli altri 31 partenti.

Vanificato il primo tentativo di sorpasso complice l’esposizione della bandiera rossa, al restart con più soltanto 12 giri da percorrere Byrne ha prevedibilente rilevato il comando delle operazioni da “Stalker” incamminandosi verso la 52esima affermazione nel BSB (record assoluto), la 35esima da portacolori del Paul Bird Motorsport (conteggiando anche i trascorsi con Monstermob Ducati e Stobart Honda), 19 in sella ad una Kawasaki. Grandiosa affermazione per “Shakey” in una Gara 1 da sogno per la Kawasaki che monopolizza il podio grazie ai portabandiera GBmoto Racing Chris Walker e James Ellison, rispettivamente in seconda e terza piazza distanziando un ottimo Ben Wilson (ex-protagonista del British Supersport, 4° con la Gearlink Kawasaki) e John Hopkins, quinto al rientro con TAS Suzuki spezzando l’egemonia della “Verdona” nelle posizioni che contano della classifica.

Duello in casa GBmoto tra walker ed ellison

Tra i protagonisti mancati della contesa meritano un capitolo a parte Joshua Brookes e Ryuichi Kiyonari. Il primo, autore ieri della pole (nonostante tre cadute!) all’esordio con Milwaukee Yamaha, è volato a terra alla “Druids” nel corso dell’ottavo giro quando si ritrovava in testa. Non tanto meglio è andata a “King Kiyo”, fermo allo spegnimento del semaforo al primo via incontrando qualche problema in più del previsto con il “quick shifter” della propria BMW S1000RR. Gara compromessa per il tri-Campione BSB oggi alfiere Buildbase BMW Motorrad, compagine che porta James Westmoreland (10°) nei primi dieci seppur preceduto da Tommy Bridewell (7° in rimonta), Richard Cooper (8°) e Jakub Smrz, nono in rimonta con la Ducati 1199 Panigale R del Millsport Racing dopo esser scattato addirittura dalla 25esima posizione. Alle 16:30 locali il via di Gara 2.

Cronaca di Gara

Non piove, una buona notizia per i 32 protagonisti del British Superbike schierati in griglia di partenza a Brands Hatch Indy per lo start di Gara 1. Dalla pole prende il via per la nona volta in carriera, oltretutto al debutto da portacolori Milwaukee Yamaha, Joshua Brookes affiancato in prima fila da Ryuichi Kiyonari (2° con Buildbase BMW) ed il rientrante John Hopkins, in seconda fila figurano Chris Walker (l’unico dei big con gomma morbida), James Westmoreland ed un sorprendente Richard Cooper, scatta soltanto dalla tredicesima casella Shane Byrne tra Michael Dunlop (12° da wild card con Buildbase BMW) e la seconda TAS Suzuki affidata a Josh Waters. Conclusi i due giri di ricognizione, alle 13:32 locali in punto scatta la gara di apertura della stagione 2014 con Ryuichi Kiyonari che resta clamorosamente fermo in griglia di partenza, evitato di un soffio dagli altri piloti. Conquista invece l’hole-shot alla “Paddock Hill Bend” Brookes, ma è Chris Walker con un sensazionale sorpasso alla “Clark” a chiuder il primo giro in testa.

A 42 anni compiuti “Stalker” ingaggia subito un bellissimo duello con Brookes per il primato: l’australiano risponde alla “Paddock Hill Bend”, Walker risponde alla “Druids” sfruttando una sbavatura del rivale. Il portacolori GBmoto Kawasaki e Brookes riescono tuttavia a guadagnare nei prii giri un buon vantaggio nei confronti del quintetto forato da un sorprendente Ben Wilson, John Hopkins, Shane Byrne (già 6°!), Richard Cooper e Michael Rutter in ottava piazza con la Bathams BMW. In un lampo si giunge all’ottavo giro e si registra il primo, clamoroso colpo di scena: appena passato al comando, Joshua Brookes perde l’anteriore della propria Yamaha R1 e si ritrova a terra alla “Druids”. Gara finita per l’alfiere Milwaukee Yamaha, riconquista la leadership Chris Walker con ben 2″4 di margine ora su Shane Byrne, secondo grazie ad un deciso sorpasso alla “Paddock Hill Bend” su John Hopkins.

Chris walker in lotta per la vittoria

Ad 1/3 della distanza di gara “Shakey” abbozza un tentativo di rimonta, ma per il momento “Stalker” risponde tanto da rafforzare il proprio vantaggio a 2″6 distanziando anche John Hopkins e James Ellison in bagarre per la terza posizione, più distanziati dalla quinta piazza in giù nell’ordine Richard Cooper, Ben Wilson e le Bathams BMW di Rutter e Muff con Westmoreland 9°, Easton 11°, Smrz 13°, Kiyonari 20° dopo il problema accusato al via. Esattamente al giro di boa della contesa il fuggitivo Chris Walker rischia di ritrovarsi a terra perdendo il controllo della propria Kawasaki Ninja ZX-10R all’uscita della “Druids”, ma si salva con un guizzo d’altri tempi, pur depauperando tutto il vantaggio su Byrne che si è ormai rifatto sotto. Con la proiezione di un acceso duello per la vittoria tra i due, al 18° giro la corsa viene sospesa con l’esposizione della bandiera rossa per l’olio lasciato in pista (a dir il vero non proprio in traiettoria in prossimità della staccata della “Paddock Hill Bend”) dalla Kawasaki Ninja ZX-10R #37 di James Hillier, vincitore del Lightweight TT 2013, convocato da Quattro Plant Kawasaki in sostituzione dell’infortunato Howie Mainwaring.

Si ripartirà dunque con la formazione di una nuova gara con 12 giri da percorrere e la griglia di partenza definita in base alla classifica di gara nel corso del 16° giro: Chris Walker in pole affiancato in prima fila da Byrne ed Ellison, in seconda Hopkins, Cooper e Wilson, in terza Bridewell, Rutter e Westmoreland con Kiyonari suo malgrado costretto a prender il via dalla diciannovesima casella. Dopo una prolungata sosta per “pulire” la pista e permettere ai piloti di affrontare i 6 minuti di “Warm Up”, alle 14:44 in punto il secondo spegnimento del semaforo premia Chris Walker, leader alla “Paddock Hill Bend” su Byrne, Wilson, Ellison, Hopkins, Easton e Bridewell in settima piazza. Con quest’ordine va in archivio il primo dei 12 giri previsti e “Shakey” non aspetta: forza l’attacco per la leadership su Walker alla “Paddock Hill”, ma alla “Druids” spalanca la porta dove Chris ci si infila senza indugi. I due ingaggiano un bel duello con James Ellison terzo in rimonta, passa nuovamente in testa Byrne nel corso del quarto giro sempre alla solita staccata della “Paddock Hill Bend”. Di fatto al giro di boa della contesa si passa da 2 a 3 piloti di testa con Byrne, Walker ed Ellison racchiusi in un fazzoletto, in quarta posizione resiste Ben Wilson davanti a Hopkins, Cooper sesto precede Easton, Bridewell, Smrz e Westmoreland a completare la top-10.

James ellison completa il podio

In un lampo si arriva all’ottavo giro e Shane Byrne riece a fare la differenza: porta a 1″ il margine sul duo GBmoto Kawasaki formato da Walker ed Ellison e viaggia verso la 52esima affermazione in carriera nel British Superbike. Senza ulteriori problemi “Shakey” si aggiudica una sensazionale vittoria dopo esser scattato 13° al primo start, sul podio (tutto Kawasaki) rispettivamente in 2° e 3° posizione figurano Chris Walker e James Ellison, Bel Wilson sorprende tutti e porta la Gearlink Kawasaki in quarta piazza a precedere John Hopkins, Stuart Easton, Tommy Bridewell con Cooper, Smrz e Wetmoreland a completare la top-10 e Ryuichi Kiyonari (16°) fuori dalla zona punti.

MCE Insurance British Superbike Championship 2014
Brands Hatch Indy, Classifica Gara 1

01- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 12 giri in 9’20.872
02- Chris Walker – Lloyds British GBmoto Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1.615
03- James Ellison – Lloyds British GBmoto Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1.672
04- Ben Wilson – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 5.639
05- John Hopkins – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 6.007
06- Stuart Easton – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 6.235
07- Tommy Bridewell – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 6.365
08- Richard Cooper – Anvil Hire TAG Racing – Kawasaki ZX-10R – + 7.328
09- Jakub Smrz – Millsport Ducati – Ducati 1199 Panigale R – + 7.398
10- James Westmoreland – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 7.735
11- Dan Linfoot – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 8.814
12- Michael Rutter – Bathams Prize Winning Ales – BMW S1000RR – + 8.871
13- Martin Jessopp – RidersMotorcycles.com BMW – BMW S1000RR – + 9.999
14- Patric Muff – Bathams Prize Winning Ales – BMW S1000RR – + 10.692
15- Josh Waters – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 10.910
16- Ryuichi Kiyonari – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 12.113
17- Lee Costello – Halsall Bike Gear – Kawasaki ZX-10R – + 12.536
18- Harry Hartley – Halsall Bike Gear – Kawasaki ZX-10R – + 13.021
19- Keith Farmer – PR Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 13.577
20- Mitchell Carr – Anvil Hire TAG Racing – Kawasaki ZX-10R – + 14.341
21- Jon Kirkham – Tsingtao WK Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 17.920
22- Aaron Zanotti – GGH/STEL Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 18.118
23- Ian Hutchinson – FFX Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 18.342
24- Michael Dunlop – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 18.712
25- Josh Wainwright – Quelch Afterdark Motorsport – Kawasaki ZX-10R – + 24.805
26- Peter Baker – Morello Racing – Kawasaki ZX-10R – + 26.521
27- Jenny Tinmouth – Two Wheel Racing – Kawasaki ZX-10R – + 26.734
28- Rhalf Lo Turco – SBK City Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 30.888

 

FONTE: bikeracing.it