«

»

apr 13 2014

Superbike Aragon Gara 2: Sykes in volata su Baz e Melandri

Tom Sykes

Tom Sykes, Loris Baz, Marco Melandri: tre protagonisti per una seconda gara del Mondiale Superbike al Motorland Aragón di Alcañiz avvincente, bellissima, vissuta in trepidante attesa fino all’esposizione della bandiera a scacchi. In grado di scappar via viaggiando con un passo insostenibile per chiunque, tre dei migliori interpreti delle “derivate di serie” hanno monopolizzato con il podio con Tom Sykes uscito vincitore dalla bagarre al culmine di un weekend che lo proietta al comando della classifica di campionato. Autore di una splendida doppietta, giunto a 16 affermazioni in carriera (pareggiati i conti con Giancarlo Falappa ed i connazionali Neil Hodgson e James Toseland), il Campione del Mondo in carica ha trovato il modo di rispondere nel finale agli assalti del giovane compagno di squadra Loris Baz (2°) e di uno straordinario Marco Melandri, terzo ed artefice di una rimonta da antologia.

Grazie a questo risultato “The Grinner” ora conduce la classifica di campionato seppur con soli 4 punticini di margine rispetto a Loris Baz, due volte sul podio, due volte secondo ed ormai protagonista consolidato della serie iridata a soli 21 anni e soltanto alla seconda stagione completa nella categoria. Il talentuoso pilota francese esalta e si esalta ad Aragon giocandosela al meglio con due Campioni del Mondo come Sykes e Melandri, terzo in rimonta senza risparmiarsi, tentando l’ultimo attacco per la vittoria all’ultimo giro alla staccata della curva 16 in fondo all’infinito rettilineo opposto ai box.

Per il ravennate è il secondo podio da pilota ufficiale Aprilia Racing ridimensionando il proprio compagno di squadra Sylvain Guintoli, 4° a 5″ dalla vetta a precedere nell’ordine Jonathan Rea (5°), Eugene Laverty (6° limitando i danni su un tracciato ostico per la Suzuki) e Davide Giugliano, settimo dopo una tanto spettacolare quanto sfortunata Gara 1, mentre il proprio compagno di squadra Chaz Davies più Alex Lowes e Claudio Corti sono finiti a terra nei primi giri di gara. Passando alla classe “EVO”, David Salom (10° assoluto) suggella con la vittoria di categoria una giornata di festa per la Kawasaki ed il Provec Racing, vincendo come a Phillip Island la volata su Niccolò Canepa (Ducati Althea) e Ayrton Badovini, nuovamente 13° con la BB3 del Team Alstare, ma “trasparente” ai fini campionato lasciando a Leon Camier il 3° posto di classe dopo la vittoria nella prima manche all’esordio con BMW Motorrad Italia in sostituzione dello sfortunatissimo Sylvain Barrier.

La classe “EVO” si conferma multi-marca con, ai primi 4 posti, Kawasaki, Ducati, Bimota e BMW, consentendo a Luca Scassa (Kawasaki Pedercini) di conquistare i primi 2 punti della stagione 2014. Prossimo round il 27 aprile al TT Circuit Van Drenthe di Assen.

eni FIM Superbike World Championship 2014
Motorland Aragón, Classifica Gara 2

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 17 giri in 33’37.223
02- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.338
03- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.470
04- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 5.429
05- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 8.861
06- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 15.986
07- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 18.206
08- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 25.513
09- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 25.823
10- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 38.949 (EVO)
11- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 39.413 (EVO)
12- Ayrton Badovini – Team Alstare – Bimota BB3 – + 40.915 (EVO) *
13- Leon Camier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 41.486 (EVO)
14- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1’02.587 (EVO)
15- Luca Scassa – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’09.720 (EVO)
16- Fabien Foret – MAHI Racing Team India – Kawasaki ZX-10R – + 1’14.046 (EVO)
17- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’14.233 (EVO)
18- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 1’35.195
19- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 1’37.781
20- Peter Sebestyen – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 1’54.547 (EVO)
21- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 1’57.166

 

FONTE: bikeracing.it