«

»

apr 28 2014

Supersport Assen: domina Van Der Mark, Marino secondo su Kawasaki, Sofuoglu out

Primo centro nel WSS per Michael van der Mark
Campione Europeo Superstock 600 nel 2012, vincitore lo scorso anno (con riferimenti cronometrici sensazionali all’esordio in sella ad una Superbike) alla 8 ore di Suzuka, in casa al TT Circuit Van Drenthe di Assen Michael van der Mark si è assicurato la prima affermazione in carriera nel Mondiale Supersport. In una gara da sogno per tutto il team Ten Kate (oggi “Pata Honda World Supersport Team”), il talentuoso pilota olandese ha dominato la scena conquistando vittoria, giro più veloce (con annesso nuovo record della pista) e la meritata standing ovation del pubblico amico al culmine di un’affermazione, oggettivamente, mai messa in discusso.

Trionfo totale di “Magic Michael” ad Assen, secondo posto e leadership in campionato invece per un altro talento emergente del Mondiale Supersport come Florian Marino, al secondo podio stagionale e con la Kawasaki Ninja ZX-6R del team Intermoto ormai consolidata certezza dell’agguerrito schieramento della categoria. Alla luce dei risultati odierni ora Marino comanda la graduatoria a quota 49, ma con un esiguo margine sui più diretti inseguitori: van der Mark a -4, Kev Coghlan (4°) a 5 lunghezze, a 8 punticini Jules Cluzel, terzo riportando la MV Agusta F3 675 del Yakhnich Motorsport sul podio dopo la spettacolare affermazione di Assen.

Chi perde terreno è invece Kenan Sofuoglu, fuori gioco con il podio alla portata per un problema tecnico alla propria Kawasaki Ninja ZX-6R del MAHI Racing Team India, dovendo già recuperare 24 punti dalla testa della classifica dopo sole 3 gare. Giornata disastrosa per il tri-Campione del Mondo che si contrappone alla buona prova dei nostri principali portabandiera: Lorenzo Zanetti (Honda Ten Kate) è 5° dopo un acceso duello con Coghlan, in rimonta Roberto Rolfo (Kawasaki Go Eleven) chiude 6° a precedere Roberto Tamburini (Kawasaki San Carlo Puccetti Racing) e Raffaele De Rosa, confermatisi ad alti livelli nel Mondiale.

Piazzamenti importanti in zona punti per Marco Bussolotti, ottimo 11° con la prima Honda Lorini a precedere il compagno di squadra Riccardo Russo (14°) e Fabio Menghi (15°), chiude 18° Alessandro Nocco mentre Christian Gamarino per una scivolata ha dovuto abbandonare la contesa dopo prove più che apprezzabili.

 

FONTE: bikeracing.it