Tanti tipi di Zavorrine...

La sezione incubo di ogni moderatore... e il paradiso di ogni spammer che si rispetti!
De
Pedane grattate
Pedane grattate
Messaggi: 3833
Iscritto il: 28 giu 2009, 23:35
Provincia: RN
Sesso: Femmina
Moto: appiedata
Località: Marsa Alam (Egitto) - Rimini (Italia)

Tanti tipi di Zavorrine...

Messaggio da De » 16 nov 2010, 21:07

Riesumo un vecchio post che mi piaceva... :blush:

E basta co' ste' moto e sti' centauri che monopolizzano la scena...uno sguardo anche al mondo delle zavorrine! E dite la verità ragazzi: ma se loro non ci fossero, voi come fareste? [6]
Ecco le diverse descrizioni che secondo me rispecchiano le varie tipologie di zavorrine...

L'esuberante che non sta mai ferma
E' il tipo di ragazza che si entusiasma per qualunque tipo di proposta fosse una trasvolata dell'artico che una tazza di te dalle amiche. Se le chiederete di far un giro in moto la vedrete illuminarsi tutta, balzare con un carpiato sul sellino posteriore e cominciare a blaterare tipo disco monocorde "dove andiamo? che facciamo?"; per l'occasione si sarà infilata una sgargiante giacca rossa a fiorelloni e un casco policromatico con attaccate le orecchie da coniglietta, mettendovi naturalmente in un terribile imbarazzo difronte i vostri amici. Come passeggera è imprevedibile poichè ha la pessima abitudine di starsene buona e tranquilla, tipo zavorrina modello, fino a che non le capita di vedere qualcosa che giudica interessante lungo in tragitto. In tal caso toglierà repentinamente le mani dai vostri fianchi o dal serbatoio, si sposterà improvvisamente sulla sella per indicarvi l'oggetto che l'ha tanto entusiamata urlandovi, in modo da spaccarvi i timpani attraverso il casco, "guarda lììììì!!!! che carinoooo!!!!!"...Peccato che tale mortifera manovra la suddetta la farà mentre viaggiando oltre i 180, siete in staccata per impostare una curva...
Non provate a rimproverarla: non capirà mai la pericolosità del suo gesto e potrebbe anche rimanerci male poichè il suo scopo era condividere con voi qualcosa di bello (insomma potrebbe decidere di non darvela più...).
Comportamento da adottare: montatele i paraocchi sulla visiera


la zavorrina malaticcia/gnè-gnè
Detta anche "donna inutile" in quanto non serve assolutamente a nulla, si lamenta in modo fastidiosamente lagnoso di ogni vostra proposta, castrando così ogni vostra iniziativa. Alle entusiastiche prospettive di meravigliosi tragittoni kilomentrici attraverso le alpi ribatterà in tono monocorde e pure infastidito che il viaggio lungo le causerà problemi con la sua già grave lombalgia, troppa aria in moto le fa male alla gola, il casco le provoca irritazione al cuoio capelluto e lo stare costantemente abbracciata alla vostra vita comporterà una semi-paresi (per fortuna) provvisoria alle braccia...per non citare l'intorpidimento delle punte delle dita dei piedi e delle mano.
Il viaggio in coppia con la zavorinna gnè-gnè è lungo pesante e tormentoso; vi chiederà di fermarvi a ogni posto di ristoro giacchè le vibrazioni della moto la costringono a fare pipì in continuazione e la posizione terribilmente scomoda la obbliga a 15 20 minuti di riposo. Per fare anche solo 10 km in moto si barderà in tenuta da sci con tanto di moon boot, e se il tragitto è più lungo porterà con se' un intera farmacia di pillole, pasticche e antitetaniche. Per farla coprire istantaneamente di bolle basta nominarle la parola "campeggio".
Comportamento da adottare: fatele fare un giro di almeno 300km con il centauro più folle che conoscete, non cambierà nulla nel comportamento di tale zavorra ma almeno vi sarete tolti un bello sfizio!


Zavorrina tuttologa

Se hai deciso di guastarti il week end o la semplice passeggiatina in moto, o anche una banale traversata della città portati dietro LEI:la temibile zavorrina tuttologa!
Se opti per il week end, qualunque sia l'itinerario che hai deciso di seguire SCORDATELO:lei ne conosce di sicuro uno migliore! Se invece oserai persistere sulla tua idea e seguire la strada che ti eri prefissato fin dall'inizio, sappi che il viaggio sarà guastato da un tormentoso e infinito chiacchiericcio imbronciato di "te l'avevo detto che era meglio la mia strada!" specialmente se si presenteranno qualsivoglia imprevisti sul cammino.
Se invece opterai per il suo percorso lei ti snocciolerà, tutta soddisfatta, a menadito ogni distributore,(di cui sapra di certo le tariffe!) autovelox e posto di ristoro presenti sulla via. Mille volte meglio del più aggiornato dei GPS, la zavorrina tuttologa , possiede al posto della memoria una formidabile mappa di qualunque località tu voglia raggiungere. Naturalmente il viaggio sarà funestato una interminabile arringa monocorde di tutti i viaggi perfetti che lei ha organizzato, di tutti i posti bellissi di cui solo lei conosce l'ubicazione e dei ristoranti -agriturismo-alberghi eccellenti che solo lei riesce a trovare.
Il malcapitato che oserà interromperla si beccherà di certo un infastidito "pensa a guidare e non distrarti che è pericoloso" ; se invece volete farle fare le fusa peggio di una gatta o avere la certezza matematica che stia zitta per almeno 5 nanosecondi ditele che è stata "proprio un'ottima idea seguire le sue indicazioni".
Stesso discorso, ma in breve, per i tragitti più corti.
Ovviamente la zavorrina tuttologa conosce perfettamente anche tutti i modelli di moto esistenti sul mercato,dal primo dueruote ad oggi; i prezzi dei pezzi di ricambio la ciclistica del mezzo in questione e sa esattamente come vanno regolate le sospensioni . Tremate voi incauti che avete il mezzo in disordine!!!!! La zavorrina tuttologa prima di salire in sella attiverà a occhio nudo una minuziosa modalità "motorbike-scanning" da cui evincerà tutte le pecche della vostra moto: dai freni consumati, al monotrack scarico dal graffietto sulla carena allo sbilanciamento millimetrico delle sospensioni anteriori.
Nauralmente, anche se siete dei provetti guidatori, la tuttologa troverà qualche pecca nel vostro modo di guidare, argomentando che suo fratello, suo padre o suo zio sono gli unici esseri sulla faccia della terra che SANNO portare bene la moto alla faccia di valentino Rossi!
Comportamento da seguire: sebbene abbia una notevole utilità in caso di smarimento per strada, è tuttavia auspicabile tenerla lontana dal vostro mezzo; appena sale sul sellino verificate che non si sia ancorata al maniglione o alla vostra vita, quindi partite di scatto e fate una bella impennata: se sentite un soddisfacente botto ingranate la seconda e scappate via...


la zavorrina ideale

Categoria ristretta, rara e preziosa, la zavorrina ideale si "sposa" perfettamente solo e unicamente col centauro ideale, vale a dire che per ogni centauro c'è solo e soltanto un' "unica" zavorrina ideale.
La peculiarità di questa zavorrina è che è in grado di diventare un tuttuno con la carena della moto, permettendo a chi guida di compiere qualunque prodezza.
Una volta in sella la zavorra in questione si posiziona meglio di un bauletto, ancorandosi col sellino posteriore; si destreggia perfettamente durante qualunque manovra del pilota,agevolandola. Quale che sia la destinazione del viaggio, le condizioni atmosferiche o il tragitto da percorrere, la zavorrina ideale non sarà mai impreparata nè tantomeno annoiata. Si rivela estremamente abile sia nella staccata esasperata che nella piega con orecchio a terra. Non la si vede e non la si sente per tutta la durata del viaggio, ci si accorge della sua presenza solo, quando fermi al semaforo, dopo almeno 200km percorsi ci informa che deve fare pipì . Il suo abbigliamento è sempre adatto al tempo e al mezzo e a lungo andare la sua presenza sulla moto diventa indispensabile al centauro, che senza tale zavorrina ha la sensazione che alla moto manchi qualcosa di prezioso.
Come comportarsi: se la trovate sposatevela!



zavorrina imbranata

E' la tipica ragazza incapace di coordinare i movimenti corporei e anche fosse in grado di farlo, non riesce ad abbinarci i messaggi inviati dal cervello.
Quando tenta di salire in sella cerca sempre la scaletta e naturalmente finisce col lisciare clamorosamente le pedaline; il guaio è che in tal caso si aggancerà con le unghie al vostro braccio trascinandovi a terra con tutta la moto.
Se miracolosamente riesce a salire è fondamentalmente incapace di trovare una posizione che le permetta di non cadere, anzi sembra far di tutto per finire (insieme a voi!!!) col c@lo per terra.
La peculiarità della zavorinna imbranata è quella di causare un danno per qualunque gesto essa possa fare. Se si appoggia al serbatoio di certo non ha i guanti ma di sicuro avrà degli anelli dal profilo affilato e irregolare; quando toglie le mani dal serbatoio(dopo le vostre VELATE proteste) e si aggancia alla vostra vita inevitabilmente vi farà volare via portafoglio, cellulare, occhiali e quant'altro avete nelle tasche; naturalmente troverà modo e maniera di ustionarsi sulla marmitta della moto e poco ma sicuro, per ogni frenata vi beccherete delle sonore capocciate che vi scalfiranno tutto il casco!!!
Come comportarsi: se proprio la volete far salire sulla moto è consigliabile legarla come un salame metterle le mani in dei sacchi di plastica e infilarla sotto al ragno.


LA zavorra "sgusciavongole" (definizione romanesca di facile interpretazione.... )
nota: merita qualche riga in più...

E' questa la zavorrina che ogni centauro negherebbe fino alla morte di volere dietro la sella della propria moto; ma che in realtà nel suo intimo io brama di trasportare almeno per un giorno, tanto per vedere che effetto fa.
La "sgusciavongole", come si evince dal nome, è perennemente in cerca di pesce fresco, di cui è ghiotta in modo quasi imbarazzante e per procacciarselo adotta ogni mezzo lecito e illecito e uno di questi è salire a bordo dell'ultimo modello di due ruote presente sul mercato. In effetti la sgusciavongole non è una "zavorrina" nel senso stretto del termine, giacchè essa non ama affatto le moto (nè null'altro che non riguardi la moda, i personaggi IN dello spettacolo e tutto ciò che è costoso) la potremmo piuttosto definire un "accessorio" frivolo che occasionalmente può ornare il nostre dueruote. Ovviamente chi possiede un mezzo demodè (tipo il bandit che aveva la sottoscritta per intenderci...) non può minimamente ambire al trasporto di siffatta passeggera che declinerà scandalizzata un eventuale invito da qualunque sfigato motociclista che non abbia come minimo una R1 ultimissimo modello. Chiaramente è impossibile instaurare un qualunque tipo di dialogo con questa zavorrina giacchè i due neuroni presenti nella sua testa non le consentono di parlare e respirare al contempo.
Impossibile da non notare, la sgusciavongole, si impone alla vista costantemente inguainata in abiti aderentissimi e tacchi vertiginosi,tutti ovviamente e rigorosamente di marca e in tinte abbinate; la scollatura (per considerarsi degna di tale nome) deve arrivare come minimo all'altezza dell'ombelico e ad una più approfondita analisi ci si accorge che la fine del decoltè combacia con l'inizio del perizoma . Questo tipo di zavorinna infatti, incurante di qualunque tipo di condizione atmosferica , DEVE salire in moto a reni scoperti onde valorizzare l'ultimo micro-slip zebrato che ha acquistato nella boutique di cavalli per la modica cifra di 120€ . Guai al malcapitato che oserà definire quel mm quadrato di stoffa un semplice paio di "mutande": Dovrà come minimo subirsi alemno 25 minuti di arringa su come i VIP più in del momento indossino la sua stessa biancheria!
E' assolutamente impossibile destreggiarsi nel traffico con una zavorrina di questo tipo, poichè ogni automobilista, scuterista o anche semplice pedone presenti nel raggi di 10 km faranno di tutto per intralciare il vostro passaggio onde verificare coi propri occhi la marca degli slip della suddetta (con sua somma e poco velata soddisfazione). Incauto il centauro che offre il casco passeggero a tale zavorra!Le tonnellate di gel e lacca che essa utilizza si incolleranno tipo mastice al suo interno nè basteranno mille lavaggi per togliere tutti i residui così come non basteranno due anni di tintoria per togliere dal proprio giubbotto il nauseante profumo dolciastro che la zavorrina in questione consuma a fiaschi interi.
A onor di cronaca è comunque consolante affermare che una passeggiata in compagnia della sgusciavongole è piacevole poichè a ogni frenata il centauro può constatare l'efficacia degli enormi "airbag" di cui ella è naturalmente (o artificialmente) fornita.
Comportamento da adottare: se desideri avere una minima chance di vedere più da vicino la sua biancheria devi portarla in posti costosi e frequentati da VIP, rutti o scorregge sono assolutamente OUT, se poi le sussurrerrai che vestita da "letterina/velina" farebbe un figurone ti cadrà ai piedi.
Se invece vuoi sbarazzartene al più presto, o almeno prima che ti vedano gli amici del circolo "rutto libero" ferma la moto vicino una jaguar o difronte a una boutique; in meno di un secondo la vedrete catapultarsi con scatto felino in tali direzioni, completamente dimentica di voi e della vostra stupida moto; a questo punto date gas e skizzate via!


Zavorrina coattona


La zavorrina coattona, detta anche "zavvorrina A'naga"(anacapito!) è la tipica passeggera che se s'incontra col centauro coattone è in grado di dare vita ai più tamarri spettacoli motociclistici che si siano mai visti in città. Tale zavorrina è infatti un animale tipicamente urbano; apparentemente sprezzante di ogni pericolo, per lei il viaggio in moto si riduce al giro casa-baretto-muretto e muretto-baretto-casa.
Tale comportamento si spiega col fatto che la zavorra coatta essendo sostanzialmente inabile a compiere determinate manovre atte a strabiliare gli altri, viaggia in compagnia di qualcuno il cui mezzo si appunto in grado di compiere le peggiori (o migliori) peripezie funamboliche atte a far sbalordire gli amici (quelli del muretto-baretto appunto) cosa questa che le da' maggiori soddisfazioni che guidare lei stessa la moto. La zavorra coatta la si riconosce dal movimento ritimico del casco quando sta in sella, e questo può dipendere dal fatto che ascolta la musica a cannone oppure che mastica un grumo da 2kg di chewing gum. Terribilmente esigente in materia di pirateria urbana questa zavorra PRETENDE che il centauro parta in impennata fino a farle toccare il c@lo per terra, raggiunga i 150km/ora in meno di 3 secondi e sfrecci per un minimo di 120/130km-ora per i vicoli di trastevere(o di qualsivoglia città). Se la moto cui viaggia viene poi affiancata da qualche altro motoveicolo al semaforo la coattona s'infiamma subito: Le si alza la pressione, comincia a salivare, si posiziona a "uovo"sul sellino passeggero comincia a dare cazzotti sui fianchi del suo centauro quasi fosse un cavallo da spronare e lancia occhiate di sfida all'altro veicolo "rivale" fosse pure un innocuo cinquantino.
Se lo sfortunato centauro che scorrazza questa zavorrina viene sorpassato o anticipato alla partenza da altri mezzi egli è, ahimè!, condannato a subire una serie di insulti e sfottò in romanesco, sempre che la zavorra in questione non lo scarichi prima per andarsi a fiondare sulla moto più veloce.
Comportamento da adottare: è vero che le donne non si toccano neanche con un fiore, provate a usare il vaso!

scritto da: Tomcat Aka Isabella

De' :derisive:

Avatar utente
MAS51
Gomito abraso
Gomito abraso
Messaggi: 2238
Iscritto il: 29 giu 2009, 08:44
Provincia: MI
Sesso: Maschio
Moto: ZX6R(x2)-KXF450-RM250-DUCATI748-MGV35
Contatta:

Re: Tanti tipi di Zavorrine...

Messaggio da MAS51 » 16 nov 2010, 21:20

io le lascerei a casa tutte :fuck:
Immagine

Avatar utente
ciocmangion
Gomme strappate
Gomme strappate
Messaggi: 5475
Iscritto il: 11 ott 2009, 20:43
Provincia: GO
Sesso: Maschio
Moto: kawasaki zx6r9 gsx s 1000
Località: monfalcone

Re: Tanti tipi di Zavorrine...

Messaggio da ciocmangion » 16 nov 2010, 21:37

:lol: :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Horiakuma
Gomme strappate
Gomme strappate
Messaggi: 4155
Iscritto il: 20 giu 2009, 14:22
Provincia: GO
Sesso: Maschio
Moto: a pedali
Località: Gorizia

Re: Tanti tipi di Zavorrine...

Messaggio da Horiakuma » 16 nov 2010, 21:43

*io benedica il monoposto.
:::::::::: HORIAPAPA' on Kawasaki ZX-10R m.y. 2007 ::::::::::
Immagine

Avatar utente
SS 65 is my home
Gomito abraso
Gomito abraso
Messaggi: 2047
Iscritto il: 29 giu 2009, 17:20
Provincia: BO
Sesso: Maschio
Moto: ne faccio abbastanza
Località: Spiritualmente sempre con Ninja Bull !

Re: Tanti tipi di Zavorrine...

Messaggio da SS 65 is my home » 16 nov 2010, 21:44

MAS51 ha scritto:io le lascerei a casa tutte :fuck:
Saggio uomo...

A casa a stirare e pulire devono stare. :biggrin:
Immagine

Avatar utente
gio_gio
Ginocchio a terra
Ginocchio a terra
Messaggi: 706
Iscritto il: 31 ott 2010, 18:21
Provincia: SS
Sesso: Maschio
Moto: zx10r 04

Re: Tanti tipi di Zavorrine...

Messaggio da gio_gio » 16 nov 2010, 21:47

ne prendo una ideale...quante??

Avatar utente
puteon
Collaboratori
Collaboratori
Messaggi: 3158
Iscritto il: 01 lug 2009, 08:40
Provincia: VE
Sesso: Maschio
Moto: Nessuna

Re: Tanti tipi di Zavorrine...

Messaggio da puteon » 16 nov 2010, 23:19

Benissimo..... identificatevi un pò !!!

:yes3:
Diobò Fans Club

Avatar utente
Kiri
Saponetta finita
Saponetta finita
Messaggi: 1171
Iscritto il: 29 giu 2009, 14:58
Provincia: AP
Sesso: Femmina
Moto: Yamaha Fazer 600
Località: Neverland

Re: Tanti tipi di Zavorrine...

Messaggio da Kiri » 16 nov 2010, 23:21

Quanta originalità in certe risposte! :biggrin:


Comunque mancano un sacco di tipi di zavorrine, si potrebbe elencare da qui all'eternità... ma visto che ho pudore per il mio prossimo, mi astengo, va :biggrin:
Immagine
I arise in the morning torn between a desire to improve the world and a desire to enjoy the world. This makes it hard to plan the day.

Avatar utente
MAS51
Gomito abraso
Gomito abraso
Messaggi: 2238
Iscritto il: 29 giu 2009, 08:44
Provincia: MI
Sesso: Maschio
Moto: ZX6R(x2)-KXF450-RM250-DUCATI748-MGV35
Contatta:

Re: Tanti tipi di Zavorrine...

Messaggio da MAS51 » 16 nov 2010, 23:22

ahah ettepareva.
Immagine

Avatar utente
Kiri
Saponetta finita
Saponetta finita
Messaggi: 1171
Iscritto il: 29 giu 2009, 14:58
Provincia: AP
Sesso: Femmina
Moto: Yamaha Fazer 600
Località: Neverland

Re: Tanti tipi di Zavorrine...

Messaggio da Kiri » 16 nov 2010, 23:22

MAS51 ha scritto:ahah ettepareva.
Già... d'altro canto da certi soggetti non c'è da aspettarsi molto di più. Ahahahaah ettepareva!
Immagine
I arise in the morning torn between a desire to improve the world and a desire to enjoy the world. This makes it hard to plan the day.

Rispondi